Saltare al contenuto

Di quanto denaro ha bisogno un pensionato in Svizzera?

60, 80, 100 o 150 percento: decida Lei stesso il Suo tenore di vita per la pensione
Corso di tango, fitness boxe o semplicemente una vacanza con la famiglia: con più tempo libero a disposizione durante la pensione, sorgono più opportunità per realizzarsi. Per mantenere il consueto tenore di vita, tuttavia, la rendita AVS non dovrebbe essere troppo scarsa: attività ricreative entusiasmanti e programmi di vita arricchenti raramente costano poco.
La quantità di denaro di cui avrà effettivamente bisogno dopo il pensionamento dipende dalla Sua situazione di vita, dai Suoi hobby e interessi. Tuttavia, una cosa è certa. Come pensionato, senza adottare alcuna azione preventiva propria, disporrà di molto meno denaro rispetto a oggi: circa il 40 percento di reddito in meno.  Come si verifica questa perdita di guadagno e come contrastarla?

Reddito dei pensionati

AVS, cassa pensione e previdenza privata: il sistema di previdenza in Svizzera è unico. Si sta avvicinando all'età di pensionamento e vuole sapere se ha considerato tutto ciò che è importante per la Sua previdenza? Ecco una visione a 360 gradi. 

AVS e istituto di previdenza: una quota di risarcimento del 60 percento

L'AVS e la cassa pensione sono i due pilastri obbligatori della previdenza per la vecchiaia svizzera: Le assicurano di poter trattenere circa il 60 percento del Suo reddito lordo dopo il pensionamento. Tuttavia, ciò accade solo a determinate condizioni. È importante, ad esempio, essere andati in pensione all'età «prevista», ovvero a 64 anni per le donne e 65 per gli uomini. In caso contrario, le prestazioni previdenziali saranno ridotte e ciò avrà un impatto diretto sull'importo della pensione.
  
La durata della Sua carriera professionale non dipende solo dai Suoi piani di vita personali: secondo l'Ufficio federale di statistica, circa il 40 per cento della popolazione attiva va in pensione prima della normale età di pensionamento, sia volontariamente che involontariamente.

La previdenza privata in breve: la regola dell'80 per cento per la pensione

Il terzo pilastro esiste per far sì che, al momento del pensionamento, non si dipenda solo dalle prestazioni statali del primo e del secondo pilastro (AVS e LPP). In poche parole, dovrebbe ridurre o persino colmare del tutto le lacune previdenziali

L'80 per cento del reddito regolare è il valore obiettivo per una previdenza adeguata. Perché? Durante il pensionamento, non si devono più sostenere spese relative al lavoro e di viaggio, né contributi di sostegno per l'istruzione dei figli. Tuttavia, possono insorgere nuove spese possono dalle attività svolte nel tempo libero. Di conseguenza, l'80 percento circa dell'ultimo stipendio è la regola pratica per una pensione confortevole. 

Tuttavia, molti sottovalutano l'importanza del terzo pilastro per una vita confortevole dopo il pensionamento: secondo uno studio dell'Università di scienze applicate di Zurigo, solo il 60 percento circa degli svizzeri di lingua tedesca si occupa del terzo pilastro. 
Leute beim Training in einem Studio

I tre pilastri: qual è esattamente lo scopo di ognuno?

Il nostro sistema di protezione sociale è basato sulla previdenza statale, professionale e privata.

Primo pilastro: AVS con finanziamento ripartito

Finanziamento ripartito significa: i contributi dei contribuenti che lavorano sono utilizzati per pagare le pensioni dei pensionati. L'AVS tiene per Lei un cosiddetto conto individuale presso una delle diverse casse di compensazione. In questo modo sono raccolte tutte le informazioni necessarie per calcolare la Sua futura rendita AVS, non nel senso di un conto patrimoniale, ma sotto forma di sicurezza di base. Come suggerisce il nome, questo assicura l'esistenza e ha lo scopo di proteggere dalla povertà.

Le coppie sposate percepiscono il 150 percento della rendita AVS dopo il pensionamento:

se si pagano i propri contributi AVS senza lacune, la rendita massima è di CHF 2.390 al mese. Le coppie sposate ricevono il 150 percento di questo, al massimo CHF 3.585 al mese. 
In caso di concubinato, entrambe le parti percepiscono la propria rendita AVS individuale. Se la coppia versa in entrambi i casi senza interruzioni, la rendita mensile combinata ammonta a CHF 4.780. 

Secondo pilastro: LPP con sistema a capitalizzazione

Il termine capitalizzazione significa che i Suoi contributi vengono accreditati sul Suo conto individuale presso la Sua cassa pensione. È come avere un conto vincolato a cui non può accedere finché non andrà in pensione. Normalmente l'entità finanziaria è il Suo istituto di previdenza. Gli attivi nel conto sono di Sua proprietà e sono destinati a coprire le spese di vita dopo il pensionamento.

Pilastri 3a e 3b: previdenza volontaria e privata

I contributi al terzo pilastro sono volontari, ma altamente raccomandati. In linea di principio, il terzo pilastro è paragonabile al secondo pilastro. Si tratta di sono conti finanziati. Occorre fare una distinzione tra i pilastri 3a e 3b: nel pilastro 3a, il denaro viene generalmente bloccato fino al pensionamento. Questo è chiamato «previdenza individuale vincolata». Prima di allora, ci sono casi ben definiti in cui è possibile ritirare i fondi vincolati 3a: ad esempio, se si diventa un lavoratore autonomo, si emigra dalla Svizzera, si ha bisogno dei fondi per un immobile usato personalmente. Per motivarLa a versare denaro, il pilastro 3a è fortemente deducibile dalle tasse. Il pilastro 3b serve anche per la costituzione di ulteriori patrimoni. Si tratta di risorse non vincolate a cui potrebbe teoricamente accedere in qualsiasi momento.

Tenore di vita desiderato: influenze sulla pensione

L'importo della Sua previdenza dipende da vari fattori e la Sua previdenza può essere esposta a diversi rischi: occorre esserne consapevoli e tenerne conto quando si pianifica il proprio pensionamento. Allora è possibile divertirsi spensieratamente e con pieno slancio. 

Lacune nella rendita AVS: sopravvalutata o sottovalutata?

Dispone in totale di 44 anni di contribuzione per la rendita AVS. Se trascorre, ad esempio, un anno all'estero senza svolgere alcuna attività lucrativa, la Sua rendita AVS si riduce di 1/44. Se continua a lavorare part-time per anni o prende un congedo di maternità più lungo, ciò può avere un impatto significativo sulla Sua pensione. Anche il divorzio può portare a un reddito più basso in vecchiaia.

Reddito troppo alto: cosa c'è che non va?

Sembra contraddittorio, ma un reddito troppo alto porta a lacune previdenziali. Maggiore è il reddito lordo, minore è la quota che viene coperta dalle prestazioni obbligatorie del primo e del secondo pilastro: con un reddito annuo di CHF 75'000,00 nell'ultimo anno prima del pensionamento, percepirà una rendita semplice di circa il 60 percento dal primo e dal secondo pilastro. Il restante 40 per cento è considerato una lacuna previdenziale.

Può trovare altri esempi e come calcolare la Sua rendita di vecchiaia nella nostra guida «La magagna dietro la lacuna».

Capitale di previdenza LPP

La pensione professionale dipende dai contributi che Lei e il Suo datore di lavoro avete versato durante la Sua vita lavorativa. Sommando questi contributi si ottiene l'avere di previdenza. Al momento del pensionamento può prelevare almeno una parte di questo avere di previdenza come capitale e guadagnare anche interessi annuali.

L'aliquota di conversione LPP determina l'importo della rendita. Questa può essere trovata nel regolamento dell'istituto di previdenza. Si tratta di una percentuale ridefinita annualmente dell'avere di vecchiaia che Le viene versato dal 2° pilastro. Al momento questo è il 6,8 per cento per la parte obbligatoria del secondo pilastro. Ciò significa che l'istituto di previdenza versa ogni anno il 6,8 per cento del Suo avere di vecchiaia. Con un saldo di CHF 260.000.00, sarebbe ad esempio una rendita di CHF 17.680.00 all'anno. 

È importante distinguere tra aliquote di conversione obbligatorie ed extraobbligatorie. Gli istituti di previdenza hanno spesso piani più sviluppati e offrono tassi di conversione misti di conseguenza più bassi: può trovare ulteriori informazioni al riguardo qui.

In caso di decesso di un coniuge o di una persona in unione domestica registrata, il partner superstite ha diritto, in determinate circostanze, alla cosiddetta prestazione per superstiti. I presupposti per il diritto e l'importo sono indicati nel regolamento dell'istituto di previdenza. La prestazione viene corrisposta dall'istituto di previdenza della persona deceduta se questa vi era assicurata al momento del decesso o percepiva una rendita di vecchiaia o d'invalidità.

Tutte le informazioni importanti sul capitale di previdenza LPP sono riportate nel Suo certificato di previdenza. Può trovare aiuto con i termini qui

Momento del pensionamento: stenda pure il tappetino da yoga

La pianificazione è tutto quando si tratta dell'ultimo giorno lavorativo. Se va in pensione prima, ad esempio, la Sua pensione sarà notevolmente inferiore: dovrebbe quindi impostare la giusta rotta in anticipo. Che sia tramite acquisti volontari in cassa pensione, il trasloco in un appartamento più piccolo o mediante altre decisioni importanti.

All'avventura, ma senza stress: cosa deve considerare per il Suo pensionamento?

Verifichi in anticipo se può mantenere il Suo tenore di vita con il patrimonio risparmiato nei tre pilastri anche dopo il pensionamento. Al riguardo Le consigliamo di allestire in tempo utile un budget e approntare un piano previdenziale. Includa le spese per tasse e debiti come il mutuo.

Può trovare ulteriori informazioni sul momento ideale per andare in pensione qui

Capitale di previdenza privato

Se ha talento per gli investimenti o ha semplicemente un buon consulente in materia, ha la possibilità di costituire un patrimonio previdenziale privato. Possibili investimenti per questo sono, ad esempio, azioni, obbligazioni e fondi. Per distribuire il rischio, può investire in immobili, oro e criptovalute. Tutti questi investimenti presentano le proprie opportunità e rischi. 

Con investimenti comparabili, può non solo contrastare una possibile svalutazione monetaria, ma anche realizzare dei profitti. Questo, a sua volta, può garantirLe un tenore di vita più gradevole dopo il pensionamento. Tuttavia, è importante capire che nessun investimento è completamente sicuro. Nemmeno l'oro lo è, anche se molti sostengono il contrario. Pertanto, potrebbe comunque perdere degli attivi. È meglio informarsi presso un gestore patrimoniale di fiducia e valutare attentamente le opportunità e i rischi. 

Non importa quanti vantaggi possa presentare l'accumulazione del patrimonio previdenziale privato: è bene non puntare tutto su questa soluzione. Quindi è opportuno non restare troppo a corto di contanti e investire solo importi di cui potresti fare a meno nel peggiore dei casi. 

Per ridurre al minimo i rischi, può stipulare il cosiddetto contratto di previdenza unit-link con un portafoglio strategico: la Sua assicurazione pensionistica investe in un gran numero di investimenti diversi e quindi Le offre una soluzione gestita. 

Opportunità per migliorare la Sua rendita

Piano di versamento

Desidera ottenere di più dal Suo piano di versamento? Il piano di versamento di Pax è la soluzione personalizzata per la sicurezza finanziaria e la pianificazione ottimale per il tempo dopo il pensionamento.
 

Secondo lavoro

Se ha già raggiunto l'età pensionabile e continua a lavorare, vi è una parte non computabile del reddito mensile per l'AVS. Ciò significa che non deve versare i contributi AVS. La parte non computabile del reddito è di CHF 1400 al mese o CHF 16 800 all'anno. Se ha più datori di lavoro, la parte non computabile del reddito si applica a ogni singolo rapporto di lavoro. Siamo a Sua completa disposizione per fornirle tutte le informazioni necessarie sul lavoro dopo il pensionamento.

Pensionamento ordinario

L'età ordinaria di pensionamento è 64 anni per le donne e 65 anni per gli uomini. A partire da quel momento vengono versate le rendite AVS e della cassa pensione. Ciò vale solo se non è già stato richiesto un prelievo anticipato della rendita. Ulteriori informazioni sulle lacune previdenziali disponibili nella nostra guida. 
Desiderate una consulenza professionale? Siamo qui per voi. 

Non ci capisce nulla? La nostra guida La aiuterà a trovare le risposte giuste alle domande giuste.

Contatto generale

Contattateci. Siamo qui per voi.
info@pax.ch
+41 61 277 66 66

Lunedì a venerdì
08:00 – 12:00 ore
13:00 – 17:00 ore
Pax, Società svizzera di assicurazione sulla vita SA
Aeschenplatz 13
Casella postale
4002 Basilea

Downloads

Nel nostro Download Center potete scaricare le informazioni essenziali e i moduli.