Saltare al contenuto

Assicurazione obbligatoria a confronto con LPP sovraobbligatoria

Cassa pensione: assicurazione adeguata per i salari elevati
I salari elevati possono essere assicurati volontariamente nella cassa pensione. I salari elevati non sono tuttavia solo sinonimo di migliori guadagni con milioni di reddito. La metà della popolazione svizzera guadagna più di CHF 6’665 al mese (dati aggiornati al 2020). Tuttavia, con un reddito di oltre CHF 7’350 al mese, una parte del salario non è più assicurata obbligatoriamente. Cosa devono sapere in merito i datori di lavoro?
Per numerosi lavoratori dipendenti, è opportuno contribuire alla previdenza sovraobbligatoria della previdenza professionale. I contributi aggiuntivi versati nella cassa pensione generano infatti una rendita di vecchiaia più elevata grazie alle prestazioni sovraobbligatorie. Nella scelta della loro cassa pensione, i datori di lavoro dovrebbero quindi prestare attenzione alle condizioni. Quali sono l’aliquota di conversione e il tasso di interesse? E cosa implicano per i suoi dipendenti?

Qual è la differenza tra l’assicurazione obbligatoria e la parte sovraobbligatoria?

La legge sulla previdenza in materia di vecchiaia, superstiti e invalidità (LPP) assicura che i lavoratori dipendenti in Svizzera percepiscano una previdenza professionale minima. A partire da un salario annuo obbligatorio AVS di almeno CHF 22’050 (dati aggiornati al 2023), tutti sono obbligatoriamente assicurati nel secondo pilastro. Inoltre, vi è anche una previdenza sovraobbligatoria. 

Assicurazione obbligatoria dalla soglia di entrata all’importo limite

Chi lavora in Svizzera, è assicurato nell’AVS e guadagna più di CHF 22’050 all’anno, è generalmente assicurato nel cosiddetto secondo pilastro. Ogni mese, la persona assicurata e il datore di lavoro versano dei contributi alla cassa pensione. Così facendo, il saldo creditore matura degli interessi, garantendo all’assicurato una rendita dopo il pensionamento di vecchiaia. I salari dei dipendenti sono assicurati fino a CHF 88’200 (dati aggiornati al 2023). 
Panoramica della parte obbligatoria ai sensi della LPP
Soglia di ammissione LPP CHF 22’050
Importo limite massimo (LPP massima) CHF 88’200
Tasso di interesse minimo LPP 1 per cento
Aliquota di conversione di legge per il pensionamento di vecchiaia ordinario 6.8 per cento
Contributi annuali di risparmio 7 per cento (25-34 anni)
10 per cento (35-44 anni)
15 per cento (45-54 anni)
18 per cento (55-65 anni)
 

Panoramica della parte obbligatoria ai sensi della LPP

Soglia di ammissione LPP CHF 22’050
Importo limite massimo (LPP massima) CHF 88’200
Tasso di interesse minimo LPP 1 per cento
Aliquota di conversione di legge per il pensionamento di vecchiaia ordinario 6.8 per cento
Contributi annuali di risparmio 7 per cento (25-34 anni)
10 per cento (35-44 anni)
15 per cento (45-54 anni)
18 per cento (55-65 anni)
 
Geschäftsfrau auf Bürostuhl studiert ihre ausgebreiteten Papiere auf Boden

Previdenza sovraobbligatoria oltre l’importo limite

I vostri dipendenti guadagnano più di CHF 88’200? In questo caso, dovreste offrire una soluzione LPP che assicuri anche il resto dello stipendio. La cosiddetta parte sovraobbligatoria della previdenza professionale deriva dall’assicurazione del salario al di sopra dell’importo limite massimo. A partire dal 25º anno di età, i dipendenti iniziano a risparmiare. I contributi di risparmio nella previdenza sovraobbligatoria sono solitamente più elevati, poiché il datore di lavoro può scegliere un piano migliore presso un istituto di previdenza. Inoltre, l’avere previdenziale matura di norma un tasso di interesse superiore a quello prescritto per legge, pari all’1 per cento.
Il salario annuo assicurato ai sensi della LPP è il salario fino a massimo CHF 88 200 meno la detrazione di coordinamento di CHF 25’725. Il salario assicurato (denominato anche guadagno coordinato) oscilla quindi tra un importo minimo di CHF 3’675 e un importo massimo di CHF 62’475. Scopri di più sulla trattenuta di coordinamento nella nostra guida.

Come si genera la previdenza sovraobbligatoria?

La parte obbligatoria ai sensi della LPP si applica solo fino a un importo limite massimo del reddito. Se i propri dipendenti guadagnano più del massimo computabile ai sensi della LPP, è possibile assicurare il resto nella previdenza sovraobbligatoria. A tale scopo, è necessario selezionare un piano adeguato presso il proprio istituto previdenziale. Ma vi sono altri motivi per cui i propri dipendenti possono accedere all’avere previdenziale nella parte sovraobbligatoria della cassa pensione.

Acquisti volontari

I suoi dipendenti hanno delle lacune nel secondo pilastro e reddito disponibile che desiderano utilizzare per la previdenza per la vecchiaia? In questo caso, il riscatto nella parte sovraobbligatoria è un’opzione da prendere in considerazione. Tuttavia, si deve verificare il grado di copertura e l’aliquota di conversione della propria cassa pensione. I riscatti non sempre portano a una rendita di vecchiaia più elevata.

Reddito elevato

L’importo limite massimo è di CHF 88’200. Se i suoi dipendenti hanno un reddito annuo superiore a tale importo, può assicurare una parte del loro salario nella previdenza sovraobbligatoria con un piano adeguato. L’assicurato riceverà in seguito una rendita di vecchiaia più elevata rispetto a quella che riceverebbe solo con l’assicurazione obbligatoria ai sensi della LPP.

Previdenza sovraobbligatoria: esente dalle disposizioni legali?

La legge federale svizzera sulla previdenza professionale (LPP) raccoglie soprattutto norme in materia di assicurazione obbligatoria per vecchiaia, ma anche per la previdenza sovraobbligatoria. A cosa si deve prestare attenzione?

Confronto tra casse pensione

Il tasso d’interesse minimo LPP e l’aliquota di conversione per la previdenza obbligatoria sono prescritti per legge. Nella parte sovraobbligatoria le casse pensione devono stabilire norme matematiche di assicurazione. Tuttavia, le aliquote di conversione sovraobbligatorie delle casse pensione possono differire notevolmente. I datori di lavoro dovrebbero confrontare le diverse condizioni delle casse pensione mantello e verificare l’aliquota di conversione e il tasso di interesse. 

Che ruolo gioca l’aliquota di conversione?

 L’aliquota di conversione è il fattore di conversione che calcola una rendita di vecchiaia in base all’avere previdenziale. Più bassa è l’aliquota di conversione, minore è la rendita annua vitalizia. Poiché l’aspettativa di vita è in costante aumento, il capitale della cassa pensione deve essere ripartito su un numero sempre maggiore di anni. Per motivi di finanziabilità, le casse pensione hanno aliquote di conversione inferiori per la previdenza sovraobbligatoria rispetto all’aliquota di conversione legale del 6.8 per cento prevista per l’assicurazione obbligatoria ai sensi della LPP. 
Calcolo della rendita annua dall’età di 65 anni (uomo)
Saldo creditore Aliquota di conversione Rendita di vecchiaia a partire da 65 anni
100’000 6.8 per cento 6’800

Calcolo della rendita annua dall’età di 65 anni (uomo)

Aliquota di conversione mantello e suddivisa

L’aliquota di conversione ripartita garantisce la trasparenza: per la parte obbligatoria ai sensi della LPP viene applicata l’aliquota di conversione prescritta del 6.8 per cento. Per le componenti salariali nella previdenza sovraobbligatoria, la cassa pensione determina l’aliquota di conversione sulla base di principi matematici assicurativi. L’aliquota di conversione mantello (talvolta chiamata aliquota di conversione mista) è un’aliquota unitaria per l’intero avere di vecchiaia. Si applica alla previdenza obbligatoria e sovraobbligatoria, ad esempio del 5.8 per cento.  Ciò garantisce che la rendita corrisponda almeno alle prestazioni legali.

Esempi numerici

Bettina ha risparmiato complessivamente CHF 280’000 per l’avere previdenziale. Di questi, CHF 240’000 provengono dalla parte obbligatoria ai sensi della LPP e CHF 40’000 dalla parte salariale sovraobbligatoria. Branko ha risparmiato gli stessi importi con un’altra cassa pensione: i suoi CHF 40’000 provengono da acquisti volontari nella cassa pensione.

Esempio 1: aliquota di conversione ripartita

La cassa pensione di Bettina applica un’aliquota di conversione del 4.6 per cento alla parte sovraobbligatoria. Per la parte obbligatoria applica invece l’aliquota di conversione legale del 6.8 per cento.
 
Calcolo con aliquota ripartita
Saldo creditore Aliquota di conversione Rendita di vecchiaia
Assicurazione obbligatoria ai sensi della LPP 240’000 6.8 per cento 16’320
Previdenza sovraobbligatoria 40’000 4.6 per cento 1’840
Totale 280’000 18’160

Calcolo con aliquota ripartita

Esempio 2: aliquota di conversione mantello

La cassa pensione di Branko applica un’aliquota di conversione mantello del 5.8 per cento. 
Calcolo con aliquota mantello
Saldo creditore Aliquota di conversione Rendita di vecchiaia
Saldo totale 280'000 5.8 per cento 16’240

Calcolo con aliquota mantello

La rendita di vecchiaia calcolata utilizzando l’aliquota di conversione mantello è leggermente inferiore alla prestazione minima LPP garantita. La cassa pensione deve quindi versare a Branko la prestazione minima più elevata di CHF 16’320. 
Prestazione minima LPP garantita
Saldo creditore Aliquota di conversione Rendita di vecchiaia
Assicurazione obbligatoria LPP 240’000 6.8 per cento 16’320

Prestazione minima LPP garantita

Con un’aliquota di conversione mantello, è opportuno verificare se gli acquisti volontari influiscono sulla rendita versata. I CHF 40’000 nella parte sovraobbligatoria di Branko provengono da acquisti volontari. In questo caso, Branko avrebbe fatto meglio a investire i soldi altrove, ad esempio nel terzo pilastro. In Pax, invece, si tiene sempre conto degli acquisti volontari. Ulteriori informazioni sono disponibili su www.pax.ch/tasso-di-conversione.

Che ruolo gioca il tasso di interesse?

Un altro valore importante per le casse pensione è il tasso d’interesse al quale vengono pagati gli interessi sull’avere previdenziale. Il saldo creditore nella parte sovraobbligatoria della cassa pensione spesso remunera meglio, ma l’aliquota di conversione è inferiore. Cos’è meglio? Se i propri dipendenti sono giovani, una remunerazione migliore grazie all’effetto degli interessi composti è probabilmente più interessante. Se i propri dipendenti sono invece prossimi al pensionamento, un’aliquota di conversione più elevata è più vantaggiosa.

Domande frequenti sulla parte obbligatoria ai sensi della LPP e sulla previdenza sovraobbligatoria

Cos’è la parte obbligatoria ai sensi della LPP?

- La parte obbligatoria ai sensi della LPP comprende le prestazioni minime legali che le casse pensione devono fornire.

- I dipendenti che hanno compiuto 17 anni e guadagnano un salario annuo soggetto ad AVS superiore alla soglia di accesso LPP di CHF 22’050 sono obbligatoriamente assicurati nella previdenza professionale contro invalidità e decesso.

- A partire dai 25 anni si risparmia anche nella cassa pensione per la vecchiaia.

A quanto ammonta la parte obbligatoria ai sensi della LPP?

- Nella parte obbligatoria ai sensi della LPP sono assicurati i salari compresi tra la soglia di accesso alla LPP e l’importo limite massimo.

- La soglia di accesso alla LPP è di CHF 22’050.

- L’importo limite superiore, il cosiddetto massimo LPP, è di CHF 88’200.

In quale anno è diventata obbligatoria la LPP?

- La legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità (LPP) è entrata in vigore il 1° gennaio 1985.

Qual è la differenza tra la previdenza obbligatoria e la parte sovraobbligatoria?

- La parte obbligatoria ai sensi della LPP comprende le prestazioni minime legali che le casse pensione devono fornire. Nella parte obbligatoria ai sensi della LPP sono assicurati i salari compresi tra la soglia di accesso alla LPP e l’importo limite massimo (massimo LPP).

- La previdenza sovraobbligatoria assicura componenti salariali superiori al massimo LPP. Se l’assicurato guadagna CHF 120’000 all’anno, nella previdenza obbligatoria ai sensi della LPP sono assicurati solo CHF 88’200 meno della trattenuta di coordinamento. La restante parte del salario di CHF 31’800 può essere assicurata con un corrispondente piano del datore di lavoro nella parte sovraobbligatoria della cassa pensione. Dopo il pensionamento di vecchiaia, si riceverà una rendita di vecchiaia più elevata grazie alle prestazioni sovraobbligatorie.

- Per la parte obbligatoria ai sensi della LPP esistono requisiti legali per quanto riguarda i presupposti del diritto e le prestazioni. Nella previdenza sovraobbligatoria vi sono meno prescrizioni al riguardo: le casse pensione fissano gli interessi e l’aliquota di conversione per le componenti salariali sovraobbligatorie secondo principi di calcolo assicurativi.
Ottimizzi la previdenza per la vecchiaia dei suoi dipendenti. Si lasci consigliare dai nostri esperti.

Non ci capisce nulla? La nostra guida La aiuterà a trovare le risposte giuste alle domande giuste.

Contatto generale

Contattateci. Siamo qui per voi.
info@pax.ch
+41 61 277 66 66

Lunedì a venerdì
08:00 – 12:00 ore
13:00 – 17:00 ore
Pax, Società svizzera di assicurazione sulla vita SA
Aeschenplatz 13
Casella postale
4002 Basilea

Downloads

Nel nostro Download Center potete scaricare le informazioni essenziali e i moduli.