Saltare al contenuto
Megafon
Conto d'esercizio della previdenza professionale 2019
Pax offre ai suoi clienti sicurezza nella previdenza professionale e prosegue con la sua solida politica delle eccedenze
Pubblicazione 02.06.2020
Nel 2019 Pax ha dato prova della propria efficienza e affidabilità. Grazie a una solida base di capitale proprio, a un’elevata capacità di rischio con un quoziente SST del 180 percento e al modello dell’assicurazione completa essa offre ai suoi clienti stabilità e sicurezza per la pianificazione nel campo della previdenza professionale. Ciò si evidenzia anche nella costante politica delle eccedenze che Pax ha mantenuto, nonostante persistenti interessi negativi durante tutto il 2019, facendo confluire altri CHF 4 milioni nel fondo delle eccedenze e distribuendo CHF 3.4 milioni dal fondo agli assicurati. Nel settore dei nuovi contratti la Pax Assicurazione ha incrementato la propria redditività con effetti positivi sulla sua capacità di rendimento a medio termine. Con questi risultati Pax si dimostra un partner affidabile che offre un’elevata sicurezza finanziaria. E proprio nell’attuale crisi legata al contagio da coronavirus ciò rappresenta una protezione preziosa su cui le imprese possono contare.

Partecipazione alle eccedenze affidabile nell’interesse dei clienti
Essendo un’assicurazione organizzata in forma cooperativa, Pax è tenuta a promuovere gli interessi finanziari dei clienti e soci, che parteciperanno al successo economico dell’impresa. Espressione di questo impegno è anche la politica costante delle eccedenze che Pax ha portato avanti anche nel 2019, facendo affluire CHF 4 milioni nel fondo delle eccedenze (anno precedente: CHF 8.5 milioni). L’apporto più consistente nel 2018 era risultato, tra l’altro, dalla riduzione del fondo per il rincaro, che aveva permesso di incrementare ulteriormente il fondo delle eccedenze. Con una somma di CHF 18.6 milioni (anno precedente: CHF 17.9 milioni) il fondo è ben dotato, il che renderà possibile una partecipazione agli utili costante nei prossimi anni. Pax riafferma quindi la propria affidabilità anche in un ambiente caratterizzato da persistenti difficoltà sui mercati finanziari.

Nel 2019, come nell’anno precedente, sono stati distribuiti agli assicurati CHF 3.4 milioni provenienti dal fondo delle eccedenze della previdenza professionale. I clienti di Pax godono di una partecipazione agli utili del 96.2 percento (anno precedente: 95.6 percento), al di sopra della «Legal Quote». Con questo valore Pax supera notevolmente la quota minima del 90 percento richiesta dalla legge.

Focalizzazione su una gestione della crescita dei premi che mira alla qualità
Pax considera con particolare attenzione la redditività dei nuovi contratti. Con una selezione dei rischi attiva e coerente ha garantito una crescita solo in quei settori che sono economicamente utili. Ciò ha prodotto un incremento della redditività dei nuovi contratti e un miglioramento della struttura del portafoglio, il che supporta il successo economico nel lungo periodo per i nostri clienti. Anche il volume dei nuovi premi ha registrato un’evoluzione positiva, raggiungendo l’importo di CHF 9.8 milioni, con un aumento del 5.4 percento in confronto all’anno precedente.

I premi lordi di CHF 473.9 milioni sono rimasti al di sotto del valore dell’anno precedente (CHF 525.6 milioni). Ciò è dovuto, da un lato, dalle disdette che non è stato possibile compensare con nuovi contratti e con i rinnovi dei contratti in scadenza. D’altra parte, sono diminuiti i premi unici nei contratti acquisiti da altri istituti di previdenza. Sullo sfondo dei bassi interessi, tuttavia, questo sviluppo non è svantaggioso dal punto di vista economico, in quanto riduce i capitali da remunerare con interessi.

Sicurezza grazie all’assicurazione completa
Pax riconferma la validità dell’assicurazione completa e intende sviluppare questa soluzione previdenziale per il futuro. Questo modello, infatti, offre alle imprese e ai loro collaboratori una protezione completa e ampie garanzie. A differenza dei modelli previdenziali parzialmente autonomi, Pax si prende carico anche del rischio d’investimento, oltre ai rischi vecchiaia, decesso e invalidità. Questa protezione rappresenta un valore aggiunto che si rivela vantaggioso in generale, e in particolar modo durante la crisi legata alla pandemia da coronavirus, ma non solo, in quanto garantisce la previdenza professionale delle ditte assicurata anche in caso di turbolenze sui mercati finanziari.

Per poter mantenere questa protezione integrale anche in avvenire è necessaria e urgente una riforma della previdenza professionale. Da molto tempo ormai le condizioni quadro normative non corrispondono più alla situazione economica reale. Uno dei provvedimenti dovrà essere la riduzione dell’aliquota di conversione e del tasso d’interesse minimo LPP, per poter mantenere la promessa di rendite anche in futuro ed evitare il sovvenzionamento trasversale dagli assicurati attivi ai pensionati.

Prospettiva e crisi legata alla pandemia da coronavirus
Per proteggere la popolazione dal coronavirus, a metà marzo il Consiglio federale ha emanato provvedimenti incisivi con notevoli ripercussioni anche sullo sviluppo economico della Svizzera.

Pax ha adottato tempestivamente e rapidamente delle misure atte a proteggere le collaboratrici e i collaboratori, ma è sempre rimasta a disposizione dei clienti, anche durante la pandemia da coronavirus. Grazie alla moderna infrastruttura e ad una pianificazione previdente per le situazioni di crisi l’azienda ha potuto funzionare senza sostanziali limitazioni sia dal punto di vista tecnico che da quello organizzativo.

Gli effetti economici della crisi causata dal coronavirus dipendono fortemente dall’efficacia delle misure generali di sostegno applicate dalle banche centrali e dagli Stati. Poiché in questo campo regna ancora una grande incertezza, è molto difficile fare una previsione sull’evoluzione dell’esercizio 2020.

Il modello aziendale di Pax è molto solido e, proprio nella situazione attuale, dimostra la sua efficienza. I diritti dei clienti sono assicurati anche in tempi di crisi grazie al patrimonio vincolato. La strategia degli investimenti di Pax ha un’impostazione difensiva. Il portafoglio azionario è in gran parte assicurato in modo da limitare possibili perdite finanziare sui mercati degli investimenti. Pax dispone inoltre di una forte base di capitale proprio e di sufficiente liquidità per poter soddisfare tutti i suoi impegni in qualsiasi momento.

Contatto

La ringraziamo dell’interesse manifestato per Pax. In caso di domande non esiti a rivolgersi all’ufficio stampa di Pax.
Contatto generale

info@pax.ch
+41 61 277 66 66

Lunedì a venerdì
08:00 – 12:00 ore
13:00 – 17:00 ore
Contatto per i media

andreas.kiry@pax.ch
Andreas Kiry
Responsabile Comunicazione aziendale