Saltare al contenuto
Bagger

Ingaggi e sponsorizzazioni

Pax non rimane a guardare
Ci impegniamo con tutta la nostra passione a mettere in contatto persone e idee. Proprio per questo Pax supporta progetti sostenibili e sentimenti di comunità.

Il gioco dello Jass in TV

Altri assi nella manica

Il gioco dello Jass coniuga divertimento, spirito sportivo e strategia. Una combinazione che spiega come mai questo sport popolare elvetico sia così di moda proprio tra i più giovani. Questa crescente popolarità entusiasma anche le varie trasmissioni della SRF dedicate allo Jass, che Pax sostiene in tutti i formati proposti dalla SRF.

Giocare a Jass con i vip: il «Samschtig-Jass»

Il programma «Samschtig-Jass» va in onda circa 25 sabati l’anno nel preserale della rete svizzera di lingua tedesca SRF1. Nel corso della trasmissione si gioca alla variante «differenzler» in tre turni. Il programma viene registrato in diversi ristoranti della Svizzera. Al tavolo si siedono un personaggio del mondo dello spettacolo svizzero e due giocatori di Jass. Una quarta persona partecipa alla partita di Jass fuori gara in collegamento telefonico, per ambire al titolo di «campione per telefono». I telespettatori da casa hanno la possibilità di vedere le carte del giocatore al telefono e di condividerne così le emozioni.
La trasmissione «Samschtig-Jass» è presentata da Fabienne Bamert, che conduce il programma in maniera professionale, dà vita a spettacoli avvincenti e conduce interviste con i presenti.

Volete vivere dal vivo una delle puntate? I biglietti sono gratuiti e li trovate sul sito della SRF. Messa in onda:sabato, ore 18.45, SRF1.

Volte dal vivo a «donnschtig-jass» su srf1

Da inizio luglio a metà agosto tutti i giovedì su SRF si gioca a Jass. Nella variante del gioco chiamata «differenzler», due comuni provenienti dallo stesso cantone si sfidano sotto lo sguardo vigile del conduttore Rainer Maria Salzgeber. Il comune vincente ospita in diretta la puntata successiva dello spettacolo di Jass.
Contribuiscono ad arricchire l’atmosfera del programma famose celebrità dal mondo della musica insieme a vari comici inoltre con spettacoli messi in scena dal popolare presentatore Rainer Maria Salzgeber. Una delle celebrità riceve inoltre un compito speciale dal co-presentatore Stefan Büsser, sul quale il pubblico può fare delle scommesse.

A causa della situazione incerta, per quanto concerne gli eventi dell’estate la SRF ha deciso mandare in onda in un’altra forma la trasmissione «Donnschtig-Jass» 2021. La diretta non sarà più dai vari comuni, ma prodotta in una sede fissa, il Kundelfingerhof a Schlatt. Il previsto torneo di jass è rimandato di un anno.

Un evento cinematografico «Rencontres 7ème Art»

Giornate di grandi film a losanna

Pax sostiene l'evento cinematografico unico "Rencontres 7ème Art" a Losanna. In diversi giorni a marzo, gli amanti del cinema si incontrano, si godono film di culto insieme, discutono il mondo del cinema e sviluppano ulteriormente questa forma d'arte altamente emotiva.
«Creiamo un evento internazionale e istruttivo in grado di ispirare senza la pressione della competizione. Vuole essere un luogo accogliente in cui tutti possono condividere con gli altri la propria passione per il cinema.»»
Vincent Perez ideatore di questo evento
Portraitbild von Vincent Perez
L’evento è stato ideato dal celebre attore, regista e produttore cinematografico Vincent Perez e non ha eguali nel panorama culturale. Celebra Hollywood a Losanna con celebrità nazionali e internazionali – l’happy end è assicurato dal suo programma ricco e variegato. L'evento cinematografico r7al

Art Foundation Pax

Digitale e geniale

La Art Foundation Pax è una fondazione per la promozione dell’arte digitale e figurativa sostenuta finanziariamente da Pax. È nata a fine 2017 e a giugno 2018 ha conferito per la prima volta i Pax Art Awards.
«Art Foundation Pax è il nostro impegno culturale nell’arte digitale – un settore giovane e molto dinamico. Questo ci apre nuovi mondi, ben oltre il nostro campo tradizionale. Con l’Art Foundation Pax sosteniamo artisti affermati ed emergenti. Apriamo loro nuove porte, e allo stesso tempo la cooperazione ci coinvolge con impulsi entusiasmanti.»
Nicolas Nicolas Presidente Consiglio di fondazione
Portraitbild von Nicolas Bopp
La Art Foundation Pax è una fondazione per la promozione dell’arte digitale e figurativa sostenuta finanziariamente da Pax. È nata a fine 2017 e a giugno 2018 ha conferito per la prima volta i Pax Award.
Con i premi per l’arte digitale la Art Foundation Pax, in collaborazione con HeK, (Haus der elektronischen Künste) di Basilea, premia e promuove la prassi mediatica di artisti svizzeri che si avvalgono di tecnologie mediatiche per le loro opere o ne riflettono l’impatto.
Pax si dedica alla promozione culturale in linea con le sue origini cooperative. La Art Foundation Pax porta avanti la lunga attività di collezionismo d’arte e dà un contributo significativo alla cultura aziendale e sociale.
Per maggiori informazioni sulla fondazione e gli artisti, consultare il sito web Art Foundation Pax .

Estratti dall’ultima cerimonia di premiazione Pax Art Awards nel giugno 2019

Vincitori di Pax Art Awards 2019
duo di artisti knowbotig, Alan Bogana e Félicien Goguey (da sinistra a destra)
L`invito del Pax Art Awards 2019
manYdance the molecular ornaments
ornaments combina la dipendenza alla danza e alla coreografia nelle sale da ballo degli inizi del XX° secolo con le esperienze di crisi di un presente nel quale i corpi sono molecolarizzati da approcci algoritmici e biotecnologici. Come può la danza articolare le esperienze fisiche attuali di frammentazione, dissoluzione e assenza di forma astratta? Come invocare questi ritmi, queste mostruosità, questi spiriti che ci aprono a qualcosa di selvaggio che esula dalle strutture ottimizzate nelle quali abitiamo e che ci abitano a loro volta? E inoltre ... anche i corpi post-umani danzeranno in modo parodistico, carnevalesco ed estatico? Attaccate delle protesi ai vostri corpi, prendete delle cuffie e «manYdancing the molecular ornaments!»

knowbotiq in collaborazione con Alesandra Seutin e Lamin Fofana
Masquerade
Il principio di funzionamento di Masquerade si basa sull’offuscamento: una strategia di protezione della vita privata che consiste nel pubblicare un gran numero di informazioni (per la maggior parte non corrette). Il dispositivo «Masq», nel momento in cui viene connesso alla rete Internet, genera dei messaggi sospetti a partire da un dizionario di parole chiave, e li invia ad altri dispositivi «Masq». L’invio di un gran numero di questi messaggi genera un rumore costante sulla rete, al fine di disturbare la sorveglianza di massa eseguita dai governi. L’algoritmo di generazione dei messaggi dispone di sufficiente intelligenza da non ripetere più volte lo stesso messaggio, in modo che i servizi di informazione non riconoscano che è stato generato da un robot.

Félicien Goguey
Boganium, handwavium et les autres
L’artista svizzero Alan Bogana presenta un’installazione composta da una serie di opere realizzate a partire dai minerali della prestigiosa collezione del Museo. Attraverso questa installazione, progettata appositamente per il Museo, propone un sistema di catalogazione soggettivo e fittizio, che interroga le nozioni di natura, di umanità e le risorse finite del pianeta, oltre all’indeterminatezza delle frontiere e dei contorni: la classificazione essa stessa. Durante un soggiorno in una residenza presso la Cité des Arts nel 2015, l’artista ha digitalizzato numerosi minerali della collezione, creando così il materiale di base che ha poi utilizzato per realizzare delle opere digitali. In questa nuova tappa del progetto, l’artista torna alla materialità tramite la tecnica di stampa 3D. Le forme cristalline questa volta sono modificate in un ulteriore processo di antropizzazione.

Alan Bogana

Swiss Student Sustainability

Menti astute per la svizzera

Pax sponsorizza la Swiss Student Sustainability Challenge, il programma a supporto dell’impegno studentesco della FHNW. Questa iniziativa offre un sostegno mirato ai progetti degli studenti che richiamano il tema della sostenibilità. Gli argomenti trattati includono, tra gli altri, risorse, mobilità, integrazione e istruzione.
«La Swiss Student Sustainability Challenge stimola idee, progetti e iniziative che si orientano al bene comune e con cui gli studenti possono contribuire a risolvere i problemi della società»
Prof. Dr. Claus-Heinrich Daub Scuola Universitaria Professionale della Svizzera nordoccidentale (FHNW)
Portraitbild von Claus Daub

Trasferimento di conoscenze

Pax crea buone prospettive di previdenza lungimiranti

Riscoprire i contenuti, illuminare gli sfondi, ampliare gli orizzonti: gli NZZ-Talk invitano a riflettere e a discutere. 

Le redazioni di NZZ invitano ad approfondire argomenti interessanti e pertinenti nel corso di discussioni e interviste, in cui incontrerete personalità appassionanti, esperti di rinomata fama e redattori di NZZ competenti. Allo stesso tempo vi è la possibilità di fare incontri di persona e di dialogare con persone che la pensano allo stesso modo. Pax sponsorizza la serie predicata alla previdenza nell'ambito di NZZ-Investment live. 
 

Annunci

NZZ-TALK dal 07 ottobre 2020

Altre informazioni seguiranno.

Eventi passati

NZZ-Talk il 10 maggio 2021 dalle 18:30 alle 20:00

Nuovi modelli di vita e di lavoro: qual è la previdenza giusta?

Tempo parziale, patchwork, sabbatico, concubinato, nuova indipendenza: oggi la vita è meno standardizzata che in passato. Tuttavia, la nostra previdenza di vecchiaia piano è ancora rivolta a individui coniugati con un'occupazione permanente a tempo pieno. Quali parti del sistema devono essere riformati? E soprattutto: qual è la previdenza giusta date le attuali circostanze? Discutetene con gli esperti per avere preziosi consigli in materia di previdenza.

NZZ-TALK dal 13 ottobre 2020

Il 13 ottobre 2020 quattro esperti hanno discusso su come affrontare al meglio la pianificazione del pensionamento a lungo termine in giovane età sotto il tema «La previdenza: non è una cosa da giovani?». Ecco il filmato della avola rotonda.

NZZ-TALK del 31 agosto 2020

Come fare le scelte previdenziali giuste: stabilire la rotta per la vecchiaia

La previdenza di vecchiaia è diventata negli ultimi anni una delle maggiori preoccupazioni degli abitanti della Svizzera. Gli oneri di interesse bassissimi, l'invecchiamento demografico e l'arretratezza delle riforme stanno mettendo a dura prova l'AVS e la previdenza professionale. Lo scoppio della pandemia da coronavirus e le sue conseguenze economiche stanno creando nuove sfide. Così l'AVS è minacciata da ricavi significativamente più bassi in tempo di crisi, mentre le spese contemporaneamente aumentano. Di conseguenza si ricorre in misura maggiore alla previdenza privata. Nel corso di questo evento gestori patrimoniali, rappresentanti di casse pensioni e accademici forniranno informazioni sullo stato della previdenza in Svizzera e daranno consigli concreti sull'ottimizzazione fiscale, sui tre pilastri della previdenza di vecchiaia e sul tema del pensionamento.